Adesso parlo io!

Il mondo secondo gli occhi di un puffo!

Posts Tagged ‘beni culturali’

ITALIA A PEZZI

Posted by vitaliano82 su giovedì, 11 novembre 10

Alzi la mano chi di voi conosce Alba Fucens.

Colonia romana è rinvenuta alla luce nel 1949 con una serie di scavi, conservati magnificamente l’anfiteatro e la struttura stradale, oltre all’impianto cittadino è una delle meraviglie dell’Italia è in Abruzzo a circa 100 km da Roma, facile da raggiungere in autostrada. Dovrebbe esserci una coda interminabile all’accesso, ma non la visita quasi nessuno, se non qualche scolaresca rumorosa ogni tanto. A fare in modo che non si depauperi questa meraviglia (dove gli scavi non sono stati mai sistematici) c’è un custode assonnato. Dirvi che l’erba e le piante cercano di riprendersi lo spazio tolto dall’uomo con la rimozione della terra è superfluo.

 

Il museo etrusco romano in villa borghese è più famoso, anche perchè è il museo etrusco più completo che esista. Qui gli addetti sono molto di più, ma fanno in modo che tra una sigaretta e l’altra, una telefonata e una conversazione con gli altri colleghi la loro sedia non perda la temperatura prossima alla loro temperatura corporea. L’altro loro impegno è permetterti di capire il meno possibile non fornendoti spiegazioni sulla mostra (con le indicazioni che se vanno bene risalgono agli anni ’60) e di depistarti per non farti accedere alle aree della mostra più remote (alcune sale le chiudono a chiave).

 

Gli scavi di Ostia Antica non hanno problema di fama, ma il problema dell’erba è molto sentito. Per evitare che si faccia male alle piante che crescono tra i ruderi si è deciso di regalare loro buona parte degli scavi. Così se siete temerari e volete vedere proprio tutto (che palle sti visitatori) dovrete passare in punti dove l’erba arriva al cinto e se siete fortunati come me potrete vedere un fagiano ai vostri piedi che spicca il volo.

 

Ho altri mille esempi che potrei fare sull’incuria alla quale viene sottoposta gran parte del patrimonio artistico italiano. Come per Pompei il problema molto spesso non è quello dei fondi (a Pompei ce ne sono una parte non spesa, oltre che il resto speso male) o dello scarso numero di dipendenti, ma il problema sta nel loro stesso “padrone”, lo stato, con dipendenti spesso sistemati lì più per convenienze politiche che per competenze storico culturali, ben sapendo che il loro compito è stare lì il meno tempo possibile stancandosi il meno possibile. Il giusto tempo per una sedia ben calda

 

Posted in opinioni | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »