Adesso parlo io!

Il mondo secondo gli occhi di un puffo!

Archive for the ‘politica’ Category

DIMISSIONI?

Posted by vitaliano82 su mercoledì, 19 gennaio 11

Vogliamo dei motivi “seri” per le dimissioni del premier più calzanti e che lo metterebbero alle strette?

Eccone alcuni, i più banali:

1 tasse aumentate e non ridotte (come viene proclamato da più di 16 anni)

2 aumento della presenza statale nell’economia (caso alitalia su tutti)

3 nessuna liberalizzazione (enti comunali, rai, ecc…)

4 nessuna riforma della giustizia (separazione carriere, abolizione obbligo azione penale…)

5 provincie non solo mantenute ma aumentate

6 nessuna abolizione delle comunità montane

 

Berlusconi ha deluso molto più per queste sue mancanze piuttosto che per i suoi comportamenti disdicevoli che, non possiamo mettere la testa sotto la sabbia, accadono (in toni più o meno simili) nelle aziende, nelle università e in moltissimi altri luoghi.

Il nostro problema è proprio questo: si cerca di guardare al lato scabroso e meno serio piuttosto che alla questione centrale, di uno stato sempre più pervasivo e che lascia sempre minori libertà all’individuo

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NUOVE ELEZIONI?

Posted by vitaliano82 su martedì, 7 settembre 10

Ormai il dado è tratto e sembra che su questa legislatura possano già scorrere i titoli di coda. Fini è sfiduciato (pur rimanendo saldo sulla sua poltrona) e di fatto ha sfiduciato Berlusconi.

Il pensiero che questo governo possa cadere non dovrebbe rattristarci, ma se si pensa a quello che potrà venire dopo, beh c’è poco da star allegri. Guardando al futuro con gli occhi di oggi una nuova alleanza Berlusconi-Fini-Bossi è altamente improbabile, come è improbabile, ancorchè grottesca, un’alleanza Fini-Casini-casino a sinistra. Quindi anche in Italia dovrebbero esserci grossomodo tre poli: Pdl-Lega, Udc-Rutelli-Fini (già registrato da Casini da tempo il nome “Partito della Nazione”), Unione con Di Pietro-Pd-Vendola con quest’ultimo probabile candidato premier.

Detto che nessuno di questi è in grado di avere i numeri per vincere (non tanto alla camera dove basta la maggioranza relativa, ma al senato), ci troveremmo di fronte ad un parlamento appeso con forte puzza di grande coalizione.

Ma a chi converebbe? Di sicuro a giovarne sarebbero Di Pietro e Lega, che vedrebbero schizzare in alto i propri consensi o ai partiti rimasti fuori che potrebbero raccogliere a piene mani i frutti di un successo parlamentare, ma estromesso questi gruppi ben pochi potrebbero guadagnarci da queste nuove elezioni.

In primis i parlamentari neo-eletti che non hanno ancora maturato i giorni per il vitalizio, Berlusconi che è in pieno calo di consensi (anche se qualcosa potrebbe sempre inventarsi) e che verrebbe schiacciato ancor più dalla lega che potrebbe accampare nuovi diritti sulle amministrazioni locali (vero bacino economico leghista), al Pd che è in crisi cronica e a Vendola che potrebbe rischiare di bruciarsi come è successo a Veltroni (e addio al Berlusconi di sinistra), senza dimenticare Fini che non è riuscito a spiegare ai suoi elettori perchè sta facendo più danni di un Bertinotti di destra.

La battaglia si giocherà accanto al premier, se vinceranno i consigli di un Bossi o di un Letta. Tanto a pagare alla fine siamo sempre noi.

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

HANNO VINTO TUTTI!

Posted by vitaliano82 su lunedì, 8 giugno 09

Stamattina, come al solito dopo ogni elezione, mi sono concentrato sulla lettura e la visione di più notizie e approfondimenti su questa tornata elettorale.

Devo ammettere che questa tornata mi ha trovato alquanto disinteressato per vari motivi, partendo dalla scandalosa attenzione data a fatti gossipari bassa leva (speriamo che fra due settimane quando le elezioni vadano in archivio tutte queste stronzate che hanno insozzato etere e carta stampata), arrivando al fatto che a me di provincie ed europa, detta abbastanza volgarmente, non me ne può fregare di meno.

I motivi sono piuttosto semplici ed eloquenti: le provincie non sono altro che un poltronificio (conosciute per gli interventi nelle scuole o le sponsorizzazioni sportive), mentre il parlamento europeo non fa altro che ratificare le decisioni degli euroburocrati (oltre a ratificare regole tra le più stupide al mondo vedi dimensione e fattezze ortaggi).

Ma stamattina non pensavo a questo mentre mi dimenavo nel fantastico mondo dei media italici. La cosa bella è che ho visto esultare e cantare e ballare cori di giubilo da tutto l’arco politico.

Esultava il Pd (???) per aver “tenuto”, che da oggi apprezziamo sia il sinonimo di “in un anno abbiamo perso il 7%”.

Esultavano gli ulivisti perchè sommando tutti quelli che era possibile sommare alla fine si tenevano vicino a Berlusconi.

Esultava Ferrero perchè “questo è stato un referendum su berlusconi e lui ha perso”, chissà se ha pensato che ci potesse essere stato un referendum sui comunisti.

Esultava la Bonino perchè “i radicali ci sono ancora”, forse in un momento di vuoto di quando riuscirono a raggiungere l’8% per poi buttare tutto nel cesso.

Alla fine se si fanno un paio di calcoli si vede che più o meno è cambiato poco (se si esclude il crollo fallimentare del pd, ma con i voti che più o meno sono rimasti lì tra sinistra e di pietro) e che le intenzioni di voto degli italiani rimangono quelle.

Alla fine non ha vinto nessuno.

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

SONDAGGI ELEZIONI EUROPEE

Posted by vitaliano82 su lunedì, 11 maggio 09

Analizzando un pò in giro i sondaggi pubblicati si può affermare, che in vista delle prossime elezioni europee, è visto un aumento dei consensi per pdl e lega, un forte aumento per l’italia dei valori che fa il paio con il vistoso tracollo del pd.

Quindi per i dipietristi una “vittoria” inutile, che non li porterà ad essere niente di più che il rifugio dei girotondini ed amanti della sinistra massimalista, ma che non porterà mai ad una forza propositiva e di governo. In questa luce vanno viste le dichiarazioni del Kamikaze Franceschini: provare tutto (vedi dichiarazioni al limite dell’amor proprio) pur di riconquistare l’elettorato peggiore del pd che ora è orientato per di pietro.

A dire il vero nessun sondagio sta valutando il fatto che alle europee il rischio astensione è forte (anche se in molti comuni ci saranno elezioni amministrative che argineranno questa possibile emorragia) e quindi anche la possibilità di sorprese è dietro l’angolo.

Ma adesso vediamo i voti che ho preso da più sondaggi per avere idea del margine minimo e massimo. Infine è utile analizzare la possibilità di una esclusione per la sinistra anche alle europee, vista la possibilità probabile di non superare lo scoglio del 4%.

 

PDL                            37,4%-41,5%

PD                               25,0%-26,9%

LEGA                         9,8%-10,4%

IDV                             7,0%-8,4%

UDC                             5,6%-6,1%

RC/PDCI                    2,7%-4,0%

SIN.E LIBERTA’       2,2%-3,4%

MPA/DESTRA/PE    2,8%-3,8%

BONINO/RAD            1,0%

ALTRI                             1,0%-3,4% 

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 2 Comments »

SOGNO O SON DESTO?

Posted by vitaliano82 su lunedì, 16 marzo 09

Come al solito dò il mio sguardo nella rete e scorgo, non senza attimi di vivo terrore, che sul sito del corriere è riportata l’intervista deferente del solito Fazio a Prodi.

Gli stanno tirando la volata, mi dico, ricordando l’antica passione per la pedalata del vecchio boiardo di stato. Solo pochi giorni prima Prodi è sui giornali perchè rinnova la tessera del Pd, comprese le frasi di indubbio giubilo dell’arena poltica tutta, e oggi è da Fazio a parlare del fatto che lo hanno fatto cadere al governo (frasi d’attualità non c’è che dire).

Leggendo l’intervista, essendo poco avvezzo a frequentare il dibattito televisivo edulcorato e fastidioso dell’ex stella de La 7, trovo una serie di virili e coraggiose pugnalate alle spalle verso il dimissionario Veltroni. Che il vecchio presidente Iri non fosse un cuor di leone è chiaro, ma evidente in questi mesi si è cimentato nel nuovo sport del tiro alla croce rossa.

Un dubbio amletico che subito divemnta sgomento mi assale: e se il cambiamento sia nel ritorno der Mortadella?

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FRANCESCHINI GIURA SULLA COSTITUZIONE A FERRARA…PURTROPPO NON E’ UNO SCHERZO!

Posted by vitaliano82 su lunedì, 23 febbraio 09

Iniziare peggio di così penso sia impossibile. Vista la crisi del PD, la sua inesistenza ed inefficacia e soprattutto l’emorragia di voti Franceschini ha deciso di puntare tutto sull’unico collante già collaudato dalla sinistra l’antiberlusconismo.

In un periodo di crisi internazionale e in cui ci sarebbe molto da parlare e da discutere per queste persone il problema più grande sta nel pericolo di una dittatura berlusconiana e di un attentato alla carta costituzionale.

E’ proprio a questo che mi riferivo nello scorso articolo quando ho ribadito che nonostante tutto il centrodestra e berlusconi rimangano ancora il male minore.

Intanto commenti plaudenti vengono dall’Italia dei valori, ai quali non sembrerà vero di poter vedere avvalorata la propria politica, con sempre l’opportunità di dimostrare che i coerenti sono loro.

A Franceschini un solo consiglio: eviti, per prendere voti al nord, di andare a giurare sul monviso con un’ampolla dell’acqua del Po’.  Se proprio sente bisogno di copiare prenda meno spunto dalla politica becera nostrana e guardi un pò di più alle “sinistre” europee. 

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

LE RIFORME CHE VORREI

Posted by vitaliano82 su martedì, 9 dicembre 08

Non c’è niente di peggio di una lamentela fine a se stessa, di un “si poteva fare ben altro” senza poi essere propositivi e costruttivi.

La delusione della politica di questo governo ormai socialisteggiante (ma alla fine ci si poteva aspettare di meglio?) mi ha indotto a questa riflessione: quali riforme ti farebbero cambiare idea? Immediatamente e senza troppi pensieri mi sono venute in mente queste 5 riforme, niente di drammatico e strutturale, poche riforme che sono sicuro non farebbero altro che bene.

Sono certo che quello che sto per scrivere difficilmente verrà letto da un grande pubblico o verrà preso in considerazione da qualcuno di “importante”. Questa vuole solo essere la dimostrazione che qualsiasi persona, anche uno come me a digiuno di preparazione economica e politica, possa indicare la strada per una serie di riforme che il paese richiama a grande voce.

Brevemente sono queste le riforme più importanti e di facile esecuzione (quelle che volendo, si possono fare in cinque minuti, tanto per essere terra terra).

  1. abolizione delle provincie e di tutti quegli enti inutili come comunità montane ecc..
  2. abolizione degli ordini professionali
  3. separazione carriere magistato-pm
  4. privatizzazione rai
  5. reinvestire parte dei, molti, soldi risparmiati in riduzione delle tasse

qui mi fermo

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , , , | 2 Comments »

SKY E LA MATEMATICA VELTRONIANA

Posted by vitaliano82 su martedì, 2 dicembre 08

Che non sia un simpatizzante del buon Walter, è chiaro. Che da lui mi aspetti sempre uscite alle soglie del ridicolo è altrettanto lapalissiano. Ma devo dire che ultimamente il buon Uolter si sta superando.

L’ultima, ieri, ha dichiarato che l’abbonamento di sky rischia di raddoppiare con il passaggio dell’iva dal 10% al 20%, con il chiaro intento, in malafede, di parlare del raddoppio dell’accisa ma di far capire di star parlando dell’abbonamento.

Detto che di un aumento delle tasse non sono mai contento (pur con tutti i distinguo, visto che questo non è un aumento ma la fine di un regime agevolato) e che da un governo liberale ti aspetteresti meno social card, bonus vari e aumento delle tasse, pensavo di non vedere mai lo stracciarsi le vesti per l’aumento di una tasse (poi su di un bene quasi di lusso, che non colpisce affatto il ceto più debole) da parte della nostra sinistra, in campo con tutte le forze (addiritura si è scomodato, bontà sua; il gran maestro Scalfari). 

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

I FANNULLONI SONO DI SINISTRA…

Posted by vitaliano82 su lunedì, 17 novembre 08

…allora i fancazzisti sono di destra.

Parafrasando Gaber mi sembra alquanto infelice l’affermazione del Nostro (che rimane incontrastato nonostante ciò miglior ministro).

Evitiamo di generalizzare e al massimo riferiamoci alla casta fannullona per statuto cioè i sindacati!

Tiratina di orecchi ministro!

Posted in opinioni, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

E’ ESTATE, E’ TEMPO DI REPLICHE

Posted by vitaliano82 su venerdì, 27 giugno 08

Torride giornate di Giugno 2008. Leggi i giornali, senti la radio, guardi i tg, navighi su internet. Sì è il 2008, ma potremmo trovarci benissimo negli anni 2001-2006.

Nulla sembra essere cambiato in questo lasso di tempo, c’è Berlusconi che lotta con la magistratura, la magistratura che lotta con Berlusconi, il premier che parla di regime, Di Pietro e i suoi che gli danno del mafioso, l’opposizione che esce dalla camera, alcune leggi o emendamenti inserite in altre leggi che si capisce poco a cosa possano servire.

Quella che era stata indicata come una legislatura particolare dove finalmente si fossero fatte quelle riforme di cui tutti sentiamo il bisogno, si sta rilevando come la solita, inutile legislatura di conflitto.

Naturalmente questo conflitto sarebbe stato auspicabile se si fosse caratterizzato sui temi a noi cari come liberalizzazioni (vere s’intenda!), cancellazione delle provincie ed enti inutili e succhia soldi come le comunità montane, riduzione della spesa pubblica (incentrata sull’eliminazione di privilegi e sprechi), riduzione della burocrazie e di leggi inutili.

Ci ritroviamo invece nella riedizione della riedizione del solito stucchevole teatrino. “Tu sei un caimano”, “giustizialista”, “regime” e chi più ne ha più ne metta. Conosciamo a memoria la sceneggiatura e sappiamo già come andrà a finire!

E’ vero che, come ripete qualche blogger, non possiamo non ammettere che comunque questo governo è sempre meglio di un’alternativa sinistrata, insomma sia un “male minore”. Non possiamo neanche sottovalutare l’azioni del duo ministeriale Sacconi-Brunetta che appaiono encomiabili, che però rischiano di essere come gocce nel mare.

In questo modo si è completamente disatteso quello che sembrava un impegno concreto (concedetemi questa beffarda citazione) far rialzare l’Italia dal suo sonno statalista e arcaico.

Ci si aspettavano lacrime e sangue, invece ci si ritrova a guardare le repliche di un programma tv visto troppe volte.

Posted in politica, sfogo | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »