Adesso parlo io!

Il mondo secondo gli occhi di un puffo!

Archive for gennaio 2010

MONETINE

Posted by vitaliano82 su martedì, 19 gennaio 10

Quando Craxi era sulla via del declino, io di politica capivo poco, visto che giocavo ancora con il lego.

A casa mia nessuno amava il garofano rosso con un padre democristiano e una madre ancora comunista.

Ma quella scena la ricordo, e pure bene! Mi ricordo le grida “le vuoi pure queste?!” con lo sventolio di banconote, il lancio di monetine, l’odio feroce i tiggì che incessantemente mandavano in onda quelle immagini. Ad un bambino che credeva ancora, che aveva fatto da poco la comunione e faceva il chirichetto, al quale insegnavano parole come pace e amore fraterno, quella scena non è riuscito a capirla.

Qualche anno quella scena mi è tornata leggendo dei tre minuti d’odio in 1984.

Nel frattempo lui è diventato il simbolo del malaffare politico, ma almeno ebbe il coraggio di dirlo a tutto il parlamento e nessuno, che del malaffare campava da anni, si alzò e ammise che sì il finanziamento illecito era la regola. Ebbe anche il coraggio di mettersi di traverso alla deficiente idea della scala mobile (e solo per questo meriterebbe una statua), ma troppi sono i suoi errori dalla politica estera, all’aumento del debito pubblico, alla resistenza alle liberalizzazioni. a me che non sono un suo estimatore piace ricordarlo (o meglio scoprirlo) per questo.

In questi giorni c’è chi lo celebra, ma ci sono anche soloni rossi della politica che ne delineano la figura di “ladro”. Cancellando o smacchiando i loro soldi sporchi provenienti dall’urss.

Anche questo mi ricorda un passo del magnifico libro di Orwell: il lavoro di Winston al ministero della Verità.

Molti Winston in giro sui giornali “giusti” stanno lavorando oggi.

Buon lavoro amici!

Posted in opinioni | Contrassegnato da tag: , , | 4 Comments »

CHE PAESE E’?

Posted by vitaliano82 su venerdì, 8 gennaio 10

quello dove un finto liberale dice di diminuire le tasse e poi le aumenta,

il suo maggiore antagonista è un buffone dal passato tutt’altro che limpido che è diventato paladino dei giustizialisti,

i giornalisti più considerati sono persone che non fanno inchieste ma mettono insieme pezzi di sentenze facendoli dire tutto quello che vogliono loro,

ci si indigna per via craxi (che può essere pure giusto) ma si può passeggiare tranquillamente in via stalin o stalingrado (immagino corso pol pot),

si fa della pubblicità sulla tv pubblica dove si dice che si paga il canone per essere liberi,

i socialisti stanno più a destra dei democristiani,

dove le persone con più di 60 anni dicono largo ai giovani mentre sono inchiodati alla poltrona,

che paese è?

Posted in opinioni, sfogo | Contrassegnato da tag: , , , , , | 5 Comments »

DON’T PANIC!

Posted by vitaliano82 su lunedì, 4 gennaio 10

Dal libro di Facco elaborate dal pool della life e via rantaspi e pir

Le 20 regole auree quando si ha a che fare con le Fiamme Gialle

1. Richiedere il tesserino. Loro lo esibiscono e se lo tengono in mano. Voi ricopiate i dati su un foglio.

2. Nel caso si rifiutino, chiamate subito, sempre senza aprire, il 112, denunciando che ci sono delle persone che vogliono entrare e, poiché rifiutano di identificarsi, voi pensate che siano dei truffatori.

3. Richiedere carta o foglio di servizio. Fotocopiatelo. È questo il documento basilare di tutte le ispezioni. Essi devono attenersi esclusivamente a quanto indicato sul foglio.

4. Spulciare la lista dei nomi scritta sul foglio di servizio.

5. Col foglio di servizio in mano, telefonate all’Ente che li ha inviati e chiedete che i nomi vengano confermati uno per uno.

6. Chiamare subito almeno due testimoni. I testimoni non devono mai parlare. Muti come pesci seguono da vicino i controllori.

7. Avere sempre una macchina fotografica o una telecamera. Non possono toccarvela: lo strumento di prova non può essere pignorato.

8. Se avete da fare, sia voi che i vostri dipendenti continuate a fare. Se ve lo impediscono potete sempre denunciarli per “turbativa di lavoro”.

9. Non mettete a loro disposizione scrivanie o sedie. Che se le portino o che stiano in piedi: li aiuta a crescere.

10. Non permettete loro di usare il vostro telefono o fax.

11. Non siate gentili: non serve a niente!

12. Devono attenersi esclusivamente a quanto scritto sul loro foglio di servizio.

13. Non possono rovistare fra la vostra biancheria o altri effetti personali e neppure fra quei documenti che non sono attinenti al controllo. Le vostre agende private non dategliele. A meno che ciò non sia espressamente previsto nel loro foglio di servizio.

14. Non firmate mai alcun verbale.

15. Possono ispezionarvi soltanto durante l’orario di lavoro.

16. Non possono stare tra i piedi per più di trenta giorni lavorativi.

17. Il magazzino se lo spostino loro. Non prestategli operai o muletti. Se ci sono ragnatele o topi, che si arrangino.

18. Mentre loro fanno, scrivete un vostro verbale con l’indicazione esatta dell’ora e del minuto di ogni operazione.

19. Non prendete paura perché sono solo uomini.

20. State rilassati, non succede niente: adesso cominciate a divertirvi.

Posted in puffate | 2 Comments »